Link

I desideri scritti per Marco Cavallo in visita a Lecco

Dal 14 al 16 maggio 2016 Marco Cavallo ha visitato Lecco, invitato dal Forum Salute Mentale, per portare anche in città il suo messaggio contro i muri e le esclusioni, per indicare un futuro di libertà e di diritti.
Marco è un grande cavallo azzurro di legno e cartapesta, che chiamò per nome i matti, così che divennero persone, parlarono e scrissero lettere con i loro desideri: correre, volare, amare. Per poter uscire, dovette abbattere i muri. Cominciò così il viaggio di Marco Cavallo nelle carceri, negli ospedali psichiatrici, nei campi profughi, nelle scuole, negli ospizi, in tutte le istituzioni totali. La sua storia parla di libertà a milioni di persone.
Le lettere che vennero affidate a Marco Cavallo nella sua prima cavalcata di libertà nel lontano 1973 triestino, chiamarono altre persone. I desideri divennero realtà. Tutti insieme marciarono e con l’energia di un fiume in piena distrussero per sempre le mura che li imprigionavano. Allo stesso modo, Marco Cavallo ha chiesto a coloro che lo hanno incontrato a Lecco di scrivere il proprio desiderio, il sogno rinchiuso e custodito nel cuore. E al grande simbolo di libertà sono accorsi in molti auspici o semplici pensieri da trasportare nel vento e trasformare in realtà.

Li proponiamo trascritti qui di seguito. Ma sono anche disponibili in pdf nella sezione “documenti” nella versione originale, dove la scrittura manuale, e talvolta il disegno, arricchiscono di ulteriore contenuto i messaggi.

I testi trascritti:

 Vorrei che io non fossi più considerata “malata”. Ma ho fiducia….AVVERRA’.

Il mio desiderio è che noi matti abbiamo a disposizione un paio d’ali per essere liberi di volare fuori dai cancelli dai quali siamo stati chiusi e ritornare a correre e saltare i fossi come facevamo tempo fa.

Desidero trovare lungo il mio cammino tante soddisfazioni come sono i giorni che mi separano dalla piena indipendenza e libertà.

Marco

Il cambiamento non è mai doloroso

SOLO LA RESISTENZA LO E’

VORREI CHE IL MONDO CAMBIASSE!

Il piacere di sentirsi vivi e liberi.

Alda

Viva la libertà.

Vedere le persone, con tutta la loro energia, nella loro unicità, particolarità, bellezza.

Cogliere tutto questo perchè quest’energia possa espandersi, incontrarsi con latre energie, con altre storie. Perchè è da questi incontri, da questi abbraci tra le persone che l’uomo cresce in umanità, grandezza, bellezza e forza.

Desidero la forza per affrontare la vita.

Luisa

Mio sogno di guarire dalla mia malattia che ciò nella testa per sempre e per riuscirci devo volare.

Sono 1 mamma in attesa di 1 bimba, e ne ho un’altra che da settembre per i miei errori il servizio minori la messa in comunità. Adesso voglio solo 1 desiderio che io ho già pagato ha caro prezzo è che ancora pago xchè la più grande non ce lo con me. Desidero riavere tutta la mia famiglia unita e con questa altra bimba in arrivo tutto si sistemi. Spero che il mio desisderio si avveri perchè ci sto malissimo. Affido a te il mio desiderio Marco Cavallo che tutto andrà bene. Grazie.

(……….) spero di tornare a casa dai miei famigliari.

Un mondo migliore con più spazi verdi per i miei bambini e senza alcuna barriera architettonica x i bambini che non possono correre come tutti gli altri bambini.

Che tutti abbiano un sogno.

Che tutti i bambini siano felici.

Auguri Orietta

Che tutti siamo felici.

Desidero che il mio bimbo nasca sano e che vada tutto bene.

Auguri a voi!

Vorrei che Marco Andrea e Giaco fossero miei fratelli.

Stefano

Spero che Samuel venga a casa prima del 24/05/2016. Spero che ci sia la salute per tutta la mia famiglia.

Andare a casa presto dal ospedale.

Fare un viaggio.

Mi piacerebbe davero tantissimissimo avere ali colorate come le farfalle e volare nel cielo azzurro.

Maddalena

Desiderio. Mi piacerebbe esser l’uomo più veloce al mondo.

Giacomo

Vorrei stare per sempre a Casarano (Le) perchè sono nato li…e io sono felice li!Anche s emi manderanno i miei amici Luis, Camilla, Davide.

Mattia Malagnino

Vorrei un presente buono per mio figlio Domenico.

Una famiglia allargata felice!

Finito il percorso di andare a casa, mia. Lo desidero con tutto il mio cuore.

Nada

Di andare a vivere in un appartamento.

Rendermi più autonomo.

Di continuare ad essere ogni giorno serena, felice e realizzata come ora.

Cento di questi giorni.

Manì

Davide Maria Turoldo

da Canti ultimi, 1991

Non so quando spunterà l’alba

non so quando potrò

camminare per le vie del tuo paradiso

non so quando i sensi

finiranno di gemere

e il cuore sopporterà la luce.

E la mente (oh, la mente!)

già ubriaca, sarà

finalmente calma

e lucida:

e potrò vederti in volto

senza arrossire.

In ricordo di Chiara Gandolfi Bianchi

2 settembre 2012

Nulla è sprecato se fatto con Amore!

Sei il più belo cavalo.

Vorei avere sul mio tablet i scailander.

(Disegno di una bambina ed un bambino sorridenti)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>